Home/Progetti/Pago PA

Pago PA

Introduzione


Secondo quanto disposto dall’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e dall’art. 15 del D.L. 179/2012, le Pubbliche Amministrazioni hanno l’obbligo di accettare i pagamenti – a qualsiasi titolo dovuti – anche con l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, avvalendosi per le attività di incasso e pagamento della piattaforma tecnologica di cui all’articolo 81 del CAD, denominata Nodo dei Pagamenti-SPC, peraltro già attiva dal giugno 2012.


Il sistema, noto con il logo “pagoPA”, nasce per dare la possibilità a cittadini e imprese di effettuare qualsiasi pagamento verso le PA e i gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica, permettendo loro di scegliere liberamente il prestatore di servizi di pagamento (es. banca, istituto di pagamento/di moneta elettronica), lo strumento di pagamento (es. addebito in conto corrente, carta di credito, bollettino postale elettronico) e il canale (es. conto web, ATM, mobile) preferito.

Finalità e obiettivi

Le PA sono tenute ad aderire al Nodo dei Pagamenti, mentre i gestori di pubblici servizi (ossia anche enti quali, ad esempio, Enel, Poste Italiane, Ferrovie dello Stato, Trenitalia, etc) possono partecipare su base volontaria (articolo 15, comma 5-bis del DL 179/2012).

Così come stabilito dallo stesso art. 5 del CAD, l’AgID ha definito le Linee guida per l’effettuazione dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi, che definiscono le specifiche attuative che le soluzioni di pagamento adottate dagli Enti devono rispettare ai fini dell’interconnessione e dell’interoperabilità con il Nodo.

Per formalizzare l’adesione, gli Enti sottoscrivono con l’Agenzia per l’Italia Digitale apposite Lettere di adesione, secondo i modelli predisposti da AgID.

Il perfezionamento dell’adesione si completa con l’invio entro 30 giorni dall’adesione (e comunque non oltre il 31 dicembre 2015) del Piano di attivazione, che individua in dettaglio le attività da compiere e i tempi di realizzazione dei servizi.

L’attivazione dei servizi di pagamento dovrà essere programmata e completata entro il 31 dicembre 2016.
 

Il modello architetturale



Cosa è già stato fatto


In questo contesto la PROVINCIA DI BRESCIA INTENDE FORNIRE UN SUPPORTO AGLI ENTI DEL PROPRIO TERRITORIO:
  • progettando una soluzione che rispetti i dettami normativi e che sia di riferimento per gli Enti nella messa a punto di una soluzione di qualità;
  • sviluppando un portale unico multi ente di front-end per i pagamenti elettronici, nativamente integrata con il sistema di autenticazione BresciaGOV e, a tendere, integrata con il sistema SPID così come previsto dalle linee guida di AgID;
  • supportando gli Enti nella fase di individuazione del/dei partner tecnologici in grado di dialogare con il portale unico provinciale e di abilitare la connessione con il nodo pagoPA e la gestione dei pagamenti;
  • supportando gli Enti nelle interlocuzioni con i fornitori dei software che integrino il modello architetturale;
  • offrendo servizi di assistenza per le attività amministrative di adesione al nodo;
  • attivando servizi di helpdesk, assistenza continuativa e consulenza nelle fase a regime agli Enti aderenti.


Referenti

Luciano Archetti
Tel. 030.3748567
Fax. 030.3748453
e-mail larchetti@provincia.brescia.it
 

Allegati

Presentazione del Progetto al 24 novembre 2016. Scarica qui

Pago PA

Condividi:

DOMANDE?

Per maggiori informazioni o domande relative al servizio non esitate a compilare il form sotto

  Con l'invio del presente modulo, ai sensi del D.Lgs 196/03, e sue successive modifiche, autorizzo la vostra azienda al trattamento dei miei dati personali.

Richiedo informazioni su servizio / progetto: Pago PA