Home/Servizi/Portale PagoPA

Portale PagoPA

Secondo quanto disposto dall’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e dall’art. 15 del D.L. 179/2012, le Pubbliche Amministrazioni hanno l’obbligo di accettare i pagamenti – a qualsiasi titolo dovuti – anche con l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, avvalendosi per le attività di incasso e pagamento della piattaforma tecnologica di cui all’articolo 81 del CAD, denominata Nodo dei Pagamenti-SPC, peraltro già attiva dal giugno 2012.


Il sistema, noto con il logo “pagoPA”, nasce per dare la possibilità a cittadini e imprese di effettuare qualsiasi pagamento verso le PA e i gestori di servizi di pubblica utilità in modalità elettronica, permettendo loro di scegliere liberamente il prestatore di servizi di pagamento (es. banca, istituto di pagamento/di moneta elettronica), lo strumento di pagamento (es. addebito in conto corrente, carta di credito, bollettino postale elettronico) e il canale (es. conto web, ATM, mobile) preferito.

FINALITÀ E OBIETTIVI:

Le PA sono tenute ad aderire al Nodo dei Pagamenti, mentre i gestori di pubblici servizi (ossia anche enti quali, ad esempio, Enel, Poste Italiane, Ferrovie dello Stato, Trenitalia, etc) possono partecipare su base volontaria (articolo 15, comma 5-bis del DL 179/2012).

Così come stabilito dallo stesso art. 5 del CAD, l’AgID ha definito le Linee guida per l’effettuazione dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi, che definiscono le specifiche attuative che le soluzioni di pagamento adottate dagli Enti devono rispettare ai fini dell’interconnessione e dell’interoperabilità con il Nodo.

Per formalizzare l’adesione, gli Enti sottoscrivono con l’Agenzia per l’Italia Digitale apposite Lettere di adesione, secondo i modelli predisposti da AgID.

Il perfezionamento dell’adesione si completa con l’invio entro 30 giorni dall’adesione (e comunque non oltre il 31 dicembre 2015) del Piano di attivazione, che individua in dettaglio le attività da compiere e i tempi di realizzazione dei servizi.

L’attivazione dei servizi di pagamento dovrà essere programmata e completata entro il 31 dicembre 2016.
 

IL SERVIZIO PROPOSTO:

  
 
In questo contesto la PROVINCIA DI BRESCIA INTENDE FORNIRE UN SUPPORTO AGLI ENTI DEL PROPRIO TERRITORIO:
  • - progettando una soluzione che rispetti i dettami normativi e che sia di riferimento per gli Enti nella messa a punto di una soluzione di qualità;
  • - sviluppando un portale unico multi ente di front-end per i pagamenti elettronici, nativamente integrata con il sistema di autenticazione BresciaGOV e, a tendere, integrata con il sistema SPID così come previsto dalle linee guida di AgID;
  • - supportando gli Enti nella fase di individuazione del/dei partner tecnologici in grado di dialogare con il portale unico provinciale e di abilitare la connessione con il nodo pagoPA e la gestione dei pagamenti;
  • - supportando gli Enti nelle interlocuzioni con i fornitori dei software che integrino il modello architetturale;
  • - offrendo servizi di assistenza per le attività amministrative di adesione al nodo;
  • - attivando servizi di helpdesk, assistenza continuativa e consulenza nelle fase a regime agli Enti aderenti.
Responsabile di procedimento

Luciano Archetti

Personale addetto - Orari

Per i contatti telefonici e d’ufficio: 

Dal lunedi al giovedì: 8.30-12/14-16;
Venerdì: 9-13;

Tel. 030.3748534
email: citservizi@provincia.brescia.it

Condividi:

Gli enti formalmente aderenti al CIT possono presentare la richiesta di attivazione del servizio. Per l'adesione al servizio è inoltre necessario indicare il referente operativo dell'Ente designato per la partecipazione alle attività progettuali di attivazione necessarie per la messa a regime del sistema, di seguito riportate:
- Gestione e configurazione dell’ambiente di amministrazione del portale dei pagamenti CIT in base alle indicazioni fornite in sede di formazione
- Interfaccia operativa nei confronti degli Uffici del CIT per la raccolta delle informazioni relative ai servizi di pagamento esistenti, in collaborazione con gli uffici preposti
- Selezione dei servizi di pagamento da attivare e supporto alla verifica di fattibilità del piano con il partner tecnologico individuato.
- Elaborazione dei documenti e dati di adesione da inviare a AgID (cfr Lettera di adesione, Lettera di Sostituzione, Piano di Attivazione, Piano dei servizi, IBAN di accredito) tramite il portale delle adesioni Agid
Interfaccia operativa nei confronti del Referente Tecnico del/i Partner Tecnologico, sia in fase di pianificazione (definizione del Piano di Attivazione e Piano dei servizi), sia in fase di implementazione e dispiegamento della soluzione tecnica, fino alla conclusione del Piano di Attivazione.
- Svolgimento di eventuali ulteriori adempimenti richiesti da Agid che potranno emergere nel corso del progetto
Si evidenzia infine come che il portale potrà essere effettivamente operativo solo a valle della nomina, da parte del Comune, di un partner tecnologico che risulti accreditato dal CIT all’architettura Pagopa CIT Brescia.

COSTI PER SINGOLO ENTE

La maggiorazione alla quota di adesione al C.I.T. dovuta per l'attivazione/mantenimento del servizio Portale PagoPA, ha natura di trasferimento alla Provincia di Brescia, per il cofinanziamento degli oneri sostenuti dal C.I.T. sia per la gestione e per il mantenimento delle infrastrutture tecnologiche da esso realizzate per l'erogazione dei servizi già attivi, sia per la ricerca, lo sviluppo e l'avvio dei nuovi servizi, è cosi definita:

costo di attivazione:
€ 500,00 per ciascun Comune o Ente diverso dal Comune (Comunità Montana, Unione, …)

costo di assistenza e manutenzione annuale:
- € 500,00 per Comuni fino a 2000 abitanti al 31.12.2013;
- € 900,00 per Comuni da 2001 a 5000 abitanti al 31.12.2013;
- € 1.800,00 per Comuni da 5000 a 10.000 abitanti al 31.12.2013;
- € 2.500,00 per Comuni con oltre 10.000 abitanti al 31.12.2013;
- € 1.500,00 per ciascun ente diverso dal Comune.

IMPORTANTE: La quota relativa al servizio erogato dal Partner tecnologico individuato dal singolo ente è da intendersi ESCLUSA, ed a carico dell'ente richiedente.



CONDIZIONI PARTICOLARI

Relativamente ai costi di adesione al servizio PagoPA, si dettagliano le condizioni riservate alle aggregazioni di comuni, evidenziando il risparmio conseguibile anche in caso di gestione associata del servizio e ricordando che l’ente che aderisce al servizio singolarmente deve invece sostenere i seguenti costi: € 500,00 di start up, € 500,00-2.500,00 di canone annuo (€ 1.500,00 per enti diversi dai comuni) e mettere a disposizione un operatore di progetto:

Comunità Montane e Unioni di comuni

Per le forme istituzionali di associazione tra comuni, quali Unioni e le Comunità Montane, che intendono usufruire del servizio provinciale PagoPA mettendo a disposizione il portale anche per i pagamenti di uno o più comuni, i costi sono modulati nel seguente modo:

- start up (attivazione portale e formazione): nessun costo (anziché € 500,00)
- canone annuo: € 1.000,00 (anziché € 1.500,00)
- condizione organizzativa: l'associazione deve individuare un unico referente operativo di progetto verso la Provincia, che parteciperà alle attività progettuali e operative per conto dell’aggregazione (unione/comunità montana) e dei comuni coinvolti.

I comuni aderenti alle aggregazioni la cui partecipazione al servizio è di tipo associato non devono sostenere alcun costo in quanto il servizio figurerà anche formalmente gestito dall’associazione (ad es.: il portale sarà intitolato alla comunità montana e non nominativo del singolo comune).

Comuni aderenti a Unioni o a Comunità Montane

Per i comuni che hanno la necessità di esporre i propri pagamenti a proprio titolo, e non in gestione associata, e intendono comunque condividere il portale dell’Unione o della Comunità Montana che aderisce al progetto provinciale:

- start up: € 400,00 anziché € 500,00 (- 20%)
- canone annuo: -30% del costo relativo alla fascia di appartenenza del comune (es. nel caso di un comune di 6.000 abitanti: € 1.260,00 anziché € 1.800,00).
- condizione organizzativa: il comune deve individuare un referente operativo di progetto verso l’aggregazione (unione/comunità montana) che a sua volta (vedi punto sopra) ha un suo referente verso la Provincia

Altre aggregazioni

Nel caso di comuni in gestione associata di servizi ma non istituzionalmente configurate in Unioni o Comunità Montane:

- start up: € 400,00 anziché € 500,00 (- 20%)
- canone annuo: -30% del costo relativo alla fascia di appartenenza del comune (es. nel caso di un comune di 6.000 abitanti: € 1.260,00 anziché € 1.800,00).
- condizione organizzativa: i comuni devono individuare un unico referente operativo di progetto verso la Provincia, che parteciperà alle attività progettuali e operative per conto dell’aggregazione dei comuni coinvolti.

IMPORTANTE
Per l'adesione al servizio è necessario indicare il referente operativo dell'Ente designato per la partecipazione alle attività progettuali di attivazione necessarie per la messa a regime del sistema, che sono di seguito riportate:
- Gestione e configurazione dell’ambiente di amministrazione del portale dei pagamenti CIT in base alle indicazioni fornite in sede di formazione
- Interfaccia operativa nei confronti degli Uffici del CIT per la raccolta delle informazioni relative ai servizi di pagamento esistenti, in collaborazione con gli uffici preposti
- Selezione dei servizi di pagamento da attivare e supporto alla verifica di fattibilità del piano con il partner tecnologico individuato.
- Elaborazione dei documenti e dati di adesione da inviare a AgID (cfr Lettera di adesione, Lettera di Sostituzione, Piano di Attivazione, Piano dei servizi, IBAN di accredito) tramite il portale delle adesioni Agid
- Interfaccia operativa nei confronti del Referente Tecnico del/i Partner Tecnologico, sia in fase di pianificazione (definizione del Piano di Attivazione e Piano dei servizi), sia in fase di implementazione e dispiegamento della soluzione tecnica, fino alla conclusione del Piano di Attivazione.
- Svolgimento di eventuali ulteriori adempimenti richiesti da Agid che potranno emergere nel corso del progetto.
 
 

COSA IL SERVIZIO COMPRENDE:

  • Attivazione del portale comunale dedicato comprensivo del modulo di autenticazione del cittadino (a breve integrato con SPID)
  • Formazione all’uso diretta al referente di progetto comunale
  • Conservazione sostitutiva di tutte le ricevute di pagamento
  • Causali di pagamento illimitate in funzione della necessità del Comune e attivabili progressivamente.
  • Manutenzione del portale e delle relative componenti con servizio di assistenza ed helpdesk di primo livello a regime.
  • Supporto fornito da peronsale del CIT all'attività di coordinamento e gestione dei necessari passaggi organizzativi interni ed esterni in capo al singolo Comune

Tutti i Comuni e altri Enti aderenti alla Convenzione CIT 2015-2020

Per richieste di assistenza utilizzare il servizio di help desk collegandosi all’indirizzo web http://assistenza.provincia.brescia.it a cui si accede con le credenziali Bresciagov.

Ditte ad oggi disponibili ad assumere il ruolo di Partner tecnologico, per le quali è stata confermata la compatibilità al sistema proposto dal C.I.T. della Provincia di Brescia, ai sensi dell'avviso di manifestazione d'interesse disponibile al seguente link http://www.provincia.brescia.it/impresa/economia/notizia/avviso-manifestazione-dinteresse-progetto-pagopa-provincia-di-brescia

1) NordCom-TIM
2) UNIMATICA S.P.A.

DOMANDE?

Per maggiori informazioni o domande relative al servizio non esitate a compilare il form sotto

  Con l'invio del presente modulo, ai sensi del D.Lgs 196/03, e sue successive modifiche, autorizzo la vostra azienda al trattamento dei miei dati personali.

Richiedo informazioni su servizio / progetto: Portale PagoPA