Briciole di pane

Adesione ai servizi CIT

Adesione ai servizi del Centro Innovazione e Tecnologie (CIT) – Convenzione 2021-2025

Il Consiglio Provinciale con delibera n. 34 del 30 novembre 2020 ha approvato la nuova Convenzione 2021-2025: per gli Enti del territorio più servizi a parità di costo.

 

La Convenzione è l'atto che istituisce l'aggregazione di Enti di cui si compone il CIT, ovvero il presupposto fondamentale per tutte le azioni che questo porta avanti a beneficio degli Enti aderenti: dalla partecipazione ai nuovi progetti alla erogazione di servizi innovativi.

Il nuovo schema di Convenzione, valido per il periodo 2021-2025, consente di partecipare alla comunità del CIT sia in termini di rinnovo - qual ora l’Ente sia già aderente - sia in termini di nuove adesioni. L’Ente interessato, per formalizzare l’adesione, deve adottare un’apposita deliberazione del proprio organo di indirizzo politico mediante il quale approva lo schema di Convenzione.

Una volta completato il processo di adesione, l’Ente può usufruire dei servizi offerti, secondo le modalità di seguito distinte.

a. Servizi di base, ovvero servizi inclusi nella quota annua di adesione al CIT, tra cui

      1. Fornitura di strumenti tecnologici e servizi di supporto tecnico alle attività della CUC di Area Vasta;
      2. Spazio per la conservazione digitale secondo le seguenti fasce:
          1. Fascia 1, Comuni fino a 3000 abitanti – GB 0.5;
          2. Fascia 2, Comuni oltre i 3000 e fino i 5000 abitanti, Comunità Montane ed Enti capofila di aggregazioni di Comuni – GB 1;
          3. Fascia 3, Comuni da oltre 5000 e fino a 10000 abitanti – GB 1,5;
          4. Fascia 4, Comuni oltre i 10.000 – GB 2.
      3. Consultazioni annuali alle banche dati camerale Telemaco definite sulla base delle seguenti fasce di abitanti calcolati al 31.12 dell'anno precedente:
          1. N. 170 consultazioni annuali per Comuni da n. 0 a n. 3.000 abitanti;
          2. N. 270 consultazioni annuali per Comuni da n. 3.001 a n. 5.000 abitanti;
          3. N. 520 consultazioni annuali per Comuni da n. 5.001 a n. 10.000 abitanti;
          4. N. 870 consultazioni annuali per Comuni da n. 10.001 a n. 15.000 abitanti;
          5. N. 1000 consultazioni annuali per Comuni oltre i 10.000 abitanti;
          6. N. 520 consultazioni annuali per ciascun Ente diverso dal Comune.
      4. N. 3 casella di posta elettronica certificata
      5. N. 3 kit di firma digitale e n. 3 rinnovi di certificati emessi dal fornitore incaricato dalla provincia di Brescia (totale n. 6 gratuità per tutta la durata della convenzione);
      6. Formazione continua nell'ambito delle iniziative promosse da Provincia di Brescia;
      7. Accesso a strumenti avanzati per videoconferenze e Webinar;
      8. Assistenza amministrativa e tecnica su tutti i servizi, garantita dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:00. In particolare, l’assistenza tecnica viene attivata a seguito di apertura di un ticket sulla piattaforma dedicata “MoOne” ed erogata tramite comunicazioni scritte ed assistenza telefonica.

  1. Servizi a quota maggiorata, ovvero quei servizi che prevedono una maggiorazione alla quota annua da versare al CIT, tra cui
      1. Ulteriori attivazioni dei seguenti servizi base, oltre alle quantità già previste nell’ambito dei servizi base: posta elettronica certificata, firme digitali, Telemaco, conservazione digitale a norma;
      2. Sms in comune, piattaforma per la gestione di comunicazioni istituzionali basato sull'invio di sms verso i cittadini liberamente iscritti;
      3. Servizio di gestione della posta elettronica (dominio, hosting e assistenza);
      4. Soluzione per la gestione degli accessi dell'amministratore di sistema Sec-log;
      5. Portale multi-ente per i pagamenti elettronici pagoPA alla Pubblica Amministrazione, integrato con l’infrastruttura tecnologica MyPay di Regione Lombardia;
      6. Supporto MyPivot, ovvero supporto consulenziale per le attività di rendicontazione contabile relative al pagoPA;
      7. Nuovo portale istituzionale dell’Ente e servizi accessori (dominio, hosting su cloud certificato, assistenza e formazione);
      8. Assessment organizzativo e tecnologico degli Enti e formazione, supporto consulenziale e assistenza dedicato alla figura di Responsabile per la Transizione Digitale.
      9. Attivazione di SPID per i servizi online di eGovernment dell’Ente
      10. Attivazione delle funzionalità dell’App IO per i servizi di eGovernment dell’Ente;
      11. Servizio per la prenotazione delle strutture pubbliche, tramite il quale è consentito ai funzionari di gestire i flussi di utenza ed alla cittadinanza di effettuare prenotazioni rispettando le disponibilità indicate dall’Amministrazione

Si esplicita che sia le quote annuali di adesione, sia le quote aggiuntive per la fruizione di servizi a quota maggiorata hanno natura di trasferimento per il cofinanziamento degli oneri sostenuti dal CIT per la gestione e il mantenimento delle infrastrutture tecnologiche da esso realizzate, per l'erogazione dei servizi già attivi e per la ricerca, lo sviluppo e l'avvio dei nuovi servizi.

L’ammontare complessivo delle quote dovute sarà disponibile sulla piattaforma denominata “Software CIT” accessibile al seguente link: http://citweb.provincia.brescia.it/contabilitacit/. Si ricorda a tal proposito che le quote sono state determinata utilizzando una formula che è definita con riferimento al numero degli abitanti e delle imprese del rispettivo territorio al 31.12.2013, ponderato sulla base alle seguenti fasce di abitanti:

    1. Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti;
    2. Comuni con popolazione compresa tra 5.001 e 10.000 abitanti;
    3. Comuni con popolazione compresa tra 10.001 e 15.000 abitanti;
    4. Comuni con popolazione superiore a 15.001 abitanti;

La formula valorizza percentuali di sconto progressivamente maggiori all’aumentare del numero di abitanti e prevede per le Comunità Montane, le Unioni di Comuni, il capoluogo di Provincia, i Comuni con popolazione superiore a 40.000 abitanti, nonché gli Enti pubblici non territoriali un costo forfettario pari ad euro € 300,00.