Home/News ed eventi/Decreto semplificazioni: le misure sull'innovazione tecnologica

Decreto semplificazioni: le misure sull'innovazione tecnologica

La Pubblica Amministrazione dovrà “pensare in digitale”: è questo quanto troviamo sul sito del Ministero per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione con riferimento al Decreto Semplificazioni varato dal Governo. Nell'articolo, ragiungibile al seguente link, si legge che:

Le norme intendono dare una spinta forte, attraverso regole chiare e scadenze da rispettare, alla trasformazione digitale del Paese. E’ un processo, ma deve cominciare subito. Entro il 28 febbraio 2021 è previsto che l’accesso a tutti i servizi digitali delle Pubblica Amministrazione avvenga esclusivamente tramite l’identità digitale SPID o la Carta d’identità elettronica. Entro la stessa data gli uffici pubblici devono avviare il processo per consentire che i servizi digitali siano fruibili dal telefono attraverso l’applicazione “IO”, il canale unico di accesso a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione.
I cittadini non dovranno più ricercare i servizi in digitale nei vari siti delle amministrazioni, ma li troveranno tutti a disposizione all’interno di un’unica app

A tal riguardo il Centro Innovazione e Tecnologie della Provincia di Brescia intende porsi come riferimento sovralocale per accompagnare gli interventi previsti dal decreto e citati nell'articolo. In particolare si dà evidenza che:
  • i servizi di eGovernment del CIT vengono erogati prevedendo già l'integrazione di SPID per le fasi di accesso al servizio da parte dell'utenza;
  • i nuovi siti istituzionali sono erogati su CLOUD certificato AgID (per maggiori informazioni sul servizio portali istituzionali cliccare qui);
  • il CIT supporta già gli Enti con uno specifico servizio di supporto e assistenza ad hoc per agganciare SPID ai servizi online dell'Ente (per maggiori informazioni sul servizio cliccare qui);
  • a breve sarà disponibile un servizio che consentirà di accompagnare gli Enti nella configurazione delle funzionalità previste sull'APP IO;
  • è in fase di progettazione un servizio di supporto per il dispiegamento del lavoro agile in termini di: formazione ai funzionari, ingegnerizzazione delle procedure, multicanalità dei servizi all'utenza e affiancamento organizzativo.

Per maggiori informazioni, rimane reperibile il Coordinatore del CIT dott. Marco Albertini ai seguenti recapiti:
  • citservizi_coordinatore@provincia.brescia.it
  • 388.8335326

Condividi: